Ciclovia dell'Acquedotto
mavugliola masseria

Dopo i pasti luculliani natalizi è arrivato il momento di iniziare un’attività fisica costante e riprendere un regime alimentare adeguato. La prima cosa da fare è senz’altro quella di concedersi una camminata a passo veloce o una corsa sulla meravigliosa ciclovia dell’Acquedotto in Valle d’Itria, se possibile anche un’ora al dì.

La camminata o la corsa è un ottima attività per perdere peso senza patire la fame e senza troppe rinunce. È indispensabile però cambiare le abitudini quotidiane ed essere costanti.

Quando si decide di seguire un’alimentazione corretta non bisogna essere ossessionati dalla bilancia, per evitare di scoraggiarsi! L’obiettivo che ci si deve porre è a lungo termine, per questo, un trucco per dimagrire è fare attenzione alla cena perché è quasi impossibile bruciare le calorie ingerite, quindi è bene evitare pasti troppo elaborati e scegliere verdure e proteine magre, masticare lentamente ogni boccone per assaporare il cibo e aumentare il senso di sazietà, inoltre è indispensabile bere 1,5-2 litri d’acqua al giorno.

Se il tempo non consente le passeggiate sulla ciclovia sarebbe ideale iscriversi in palestra per non ricadere nell’inattività, evitando lunghi allenamenti estenuanti, mentre è preferibile concentrarsi su esercizi d’intensità moderata.

L’alimentazione ideale si compone di cinque minipasti: colazione, due spuntini, pranzo e cena. Gli alimenti che più aiutano a rimanere in forma sono i cereali integrali, quindi via libera a riso, pasta e pane integrale, da alternare con orzo, farro, kamut, avena e quinoa. Preferire la frutta drenante come l’ananas che si trova facilmente in questa stagione, da abbinare a mirtilli, lamponi e ribes, oltre ad arance mandarini, pompelmi e kiwi, ricchi di vitamina C. Per quanto riguarda la verdura non ci sono preferenze : broccoli, cavoli, verza, rape, finocchi, sedano e spinaci e tutte le verdure a foglia verde. Ottime le proteine animali del pesce, soprattutto quello azzurro (sardine, alici e sgombro), inoltre sulla tavola non deve mancare il merluzzo, il salmone e la carne bianca magra come tacchino, pollo e coniglio. Banditi i condimenti troppo pesanti, meglio olio evo, aceto, erbe aromatiche tipiche della nostra valle. Durante la giornata concedersi due tazze di tisana per depurare il fegato a base di tarassaco, rosmarino, carciofo, bardana e menta.

Buon anno a tutti!

Dott.ssa Tiziana Losavio, Nutrizionista