Il trullo, testimonial dello stile di vita “Valle d’Itria”

Trulli in località Figazzano
Trulli in località Figazzano

Il territorio della Valle d’Itria non ha un confine esattamente definito, del resto anche la stessa denominazione Valle d’Itria non è confermata con assoluta certezza. Potrebbe indicare l’avvallamento carsico su cui parte del territorio insiste o derivare dal nome della Madonna di Odegidria,  protettrice dei viandanti che transitavano in quella terra di confine tra la Paucezia e il Salento o potrebbero essere valide entrambe le assunzioni.

I trulli

Quello che si può affermare con certezza è che la Valle d’Itria si estende fin dove esiste la presenza di un trullo, a testimoniare che in quell’abitazione in quell’appezzamento di terra vige il senso di appartenenza alla comunità Valle d’Itria e che in quel luogo si ritrovano le stesse tradizioni che furono di origine contadina e religiosa.

Il trullo,, schizzo dell'arch. Bradascio
Studio al vero di un trullo, arch. Bradascio

Nati originariamente per custodire gli attrezzi agricoli, i trulli, assunsero in seguito la funzione di struttura abitativa.  Non si può escludere che il trullo abbia origini autoctone, anche se molti studiosi sottolineano la similitudine della forma conica al Tholos, tipica costruzione greca del periodo miceneo (1500 a.C.), ipotizzando quindi la sua provenienza ellenica.

Qualunque sia l’origine, è piuttosto singolare constatare che l’originalissima costruzione, senza eguali in Italia e nel mondo, rimanga confinata ad un’area piuttosto circoscritta corrispondente al lembo meridionale dell’altopiano murgese. Anche questo rimane abbastanza inspiegabile, quasi a significare che quella tipologia costruttiva di forma conica sia stata accettata  solo da una ristretta comunità che la utilizzava per svariate esigenze, da quella abitativa al ricovero degli attrezzi agricoli, della biada e come palmento. Nelle aree confinanti questo tipo di costruzione, ritenuto valido e versatile  dagli abitanti della Valle d’Itria, di fatto non ha attecchito.

TrulloE anche per questo motivo che il trullo simboleggia un modo di concepire il vivere rurale, la campagna e gli spazi in modo originale e secondo una visione singolare, uno stile Valle d’Itria, che intendeva appunto gli spazi abitativi e lavorativi versatili ed intercambiabili, a dimostrare anche grande flessibilità ed apertura mentale.

Una delle caratteristiche del trullo è quello di avere una buona capacità di coibentazione. Sia i possenti muri che costituiscono la base, sia il cono di copertura sono innalzati a secco, senza leganti, così che tra una pietra e l’altra rimangono vuoti gli spazi intersiziali formando una camera d’aria capace di mitigare gli sbalzi di temperatura.