valle-ditria-corto-festival
mavugliola masseria

In programma dal 14 al 17 dicembre, si è concluso con successo il Valle d’Itria Corto Festival, una rinnovata  occasione di confronto tra esponenti del settore attraverso incontri, dibattiti, proiezioni e momenti di spettacolo di scena a Martina, Locorotondo, Cisternino e Ceglie Messapica.

A decretare il vincitore della seconda edizione è stata una giuria tecnica presieduta dal regista Stefano Reali e composta da professionisti del settore tra cui  l’attrice Antonella Carone, il direttore della fotografia Cesare Orlando, il musicista Mirko Lodedo, e il giornalista Gianluca Fumarola, componente della Commissione David di Donatello. E’ stato giudicato Miglior corto: The essence of everything di Davide Barberio (Roma).

Tra i numerosissimi cortometraggi giunti da ogni parte d’Italia e dall’estero sono stati sei quelli selezionati per la premiazione finale del 17 dicembre: Tutti a casa di Geraldine Ottier (Roma); Il nome che mi hai sempre dato di Giuseppe Alessio Nuzzo (Acerra); Aspettando l’Enps di Francesco D’Ignazio (Roma); The essence of everything di Davide Barberio (Roma); Partenze di Nicolas Morganti Patrignani (Rimini); E naufragar m’è dolce in questo mar di Maria Bulzacchelli (Putignano).

Il Festival, alla sua seconda edizione, è  incentrato sulla valorizzazione del cortometraggio, che nell’ampio panorama dell’arte cinematografica offre, in particolar modo ai giovani registi emergenti, la possibilità di esprimere contenuti e capacità tecniche ed artistiche anche con budget limitati. L’intento del Festival, oltre a premiare i talenti emergenti è quello di  richiamare in una location di grande ispirazione creativa come la Valle d’Itria, l’ attenzione degli operatori del settore e dei giovani filmmakers italiani e stranieri per favorire uno stimolante confronto tra diverse identità artistiche e culturali ed “inquadrare”  la Valle d’Itria come trampolino di lancio  per potenziali talenti dell’arte cinematografica.

La direzione artistica del Festival è ascritta a Carlo Dilonardo, Autore e Regista ed Eugenio Caliandro, giornalista, appassionato e studioso di cinema e teatro.

La rassegna è promossa e organizzata dall’associazione Teatri e Culture, con l’apporto di In T.E.S.A., il patrocinio dei Comuni di Martina Franca, Locorotondo, Ceglie Messapica e Cisternino e il contributo, di partner prestigiosi quali la Fondazione Paolo Grassi e le Associazioni Presidi del Libro, Riflessi d’Arte, Upward, Quid – Ingrediente donna.

Programma 
– Venerdì 14 dicembre 2018 – ore 18.30
Il prof. Flavio De Bernardinis presenta il volume
“Arte cinematografica. Il ciclo storico del cinema da Argan a Scorsese”
FONDAZIONE PAOLO GRASSI, Via Metastasio 20, Martina Franca – Ingresso libero
– Sabato 15 dicembre 2018 – ore 18.00
Valle d’Itria Corto Festival “Rewind” Proiezione cortometraggi finalisti prima edizione e selezione cortometraggi seconda edizione
In contemporanea nelle tre sedi di MARTINA FRANCA, CISTERNINO e LOCOROTONDO
Ingresso libero con aperitivo di benvenuto
– Domenica 16 dicembre 2018 – ore 10.30
Intervento del regista Stefano Reali sul tema “Il linguaggio filmico tra cinema e televisione”
PALAZZO DUCALE, Sala degli Ucelli, Martina Franca – Ingresso libero
– Lunedì 17 dicembre 2018 – ore 20.30
Finalissima 2018 – Proiezione e Premiazione dei cortometraggi finalisti
TEATRO COMUNALE, Ceglie Messapica (BR) – Ingresso libero fino a esaurimento posti