Magdalena Hinz
mavugliola masseria

La quiete e l’accoglienza del centro storico di Martina Franca per la giovane Soprano Magdalena Hinz

Al Festival della Valle d’Itria di Martina Franca è strettamente collegata l’attività dell’Accademia del Belcanto Rodolfo Celletti che come ogni anno seleziona una rosa di giovani cantanti lirici per l’ammissione ai corsi di alto perfezionamento che si tengono  all’interno della stessa Accademia promossa dalla Fondazione Paolo Grassi in collaborazione con il Festival. Quest’anno sono stati ammessi quindici cantanti under 35 provenienti da varie città d’Italia, da altri paesi europei, Asia, America e anche Australia  confermando la dimensione internazionale dell’Accademia del Belcanto.

Abbiamo incontrato uno dei 15 cantanti, la giovane Soprano  Magdalena Hinz proveniente da un piccolo paese della Baviera ai confini con l’Austria e appassionata di Belcanto.  Per i non addetti ai lavori il Belcanto  è una tecnica, affermatasi in Italia nel XVI secolo,  basata sul passaggio graduale e virtuoso dalle note gravi a quelle acute che utilizza la voce alla stregua di strumento musicale. La passione di Magdalena per questa forma di canto che non è diffusa in Germania come lo è in Italia l’ha spinta a cercare oltralpe un maestro, un corso di perfezionamento che le permettessero di interpretare il repertorio del Belcanto di Rossini, Bellini e Donizetti.  Un suo amico musicista le parlò dell’Accademia Rodolfo Celletti e così dopo i contatti iniziali e le impegnative selezioni  per l’ammissione superate egregiamente eccola finalmente a Martina entusiasta di aver intrapreso questa avventura che durerà un paio di mesi.

Magdalena è rimasta sorpresa dall’atmosfera di Martina Franca che ha trovato di grande ispirazione :  There is a serenety in the air that feels salutary for my overthinking brain. volendo evidenziare che  per un’artista dall’immaginazione irrefrenabile, l’aria e la serenità di Martina sono un toccasana. Un bel complimento per la nostra città. Ma non finisce qui: The beautiful and treasured old town of Martina Franca with its tiny streets, calmness and warm atmosphere due to the natives living here enables a wonderful place for us young professionals to let the own instrument grow. La bella e preziosa città vecchia di Martina Franca con le sue stradine, la calma e l’atmosfera calorosa dovuta agli abitanti che la vivono  mette in condizioni noi giovani artisti di accresce le nostre capacità.

Una testimonianza preziosa a conferma dell’assonanza tra Martina Franca e l’ispirazione artistica e musicale che ha radici antiche e che si afferma al presente con il Festival della Valle d’Itria.   A Martina da pochi giorni, Magdalena  sta familiarizzando con il  vicinato e i negozi del centro storico. Ha voluto riferirci di un piccolo episodio che per lei è significativo dell’accoglienza dimostrata dai locali:  dopo aver acquistato frutta e verdura dal fruttivendolo, si è accorta di non avere moneta sufficiente. Nessun problema il fruttivendolo ha preso gli spiccioli che aveva e l’ha lasciata andare via con un sorriso.

Anche questo è Martina Franca.