mavugliola masseria

La melagrana

Con il mese di ottobre è ufficialmente iniziata la stagione della melagrana, un frutto non ancora così diffuso, ma che rappresenta un autentico concentrato di proprietà benefiche, tanto da essere considerato un vero e proprio superfood !

melograno
Foto di Patricia Barcala Dominguez*

Il termine più consueto, melograno, fa riferimento sia alla pianta che al frutto; il frutto ha la forma di mela ed internamente è caratterizzato dalla presenza di numerosissimi arilli di colore rosso. Il frutto apporta molteplici benefici grazie ai numerosi  principi attivi che contiene, soprattutto antiossidanti. È poco calorico, poiché contiene soltanto 65 calorie per 100 grammi di prodotto.

Una delle proprietà più note della melagrana è certamente la sua azione antitumorale, soprattutto tumore al seno e alla prostata. L’attività antitumorale della melagrana sembra essere efficace anche nei confronti del tumore della pelle. Inoltre, il frutto del melograno esplica una importante attività antibatterica e antinfiammatoria. Essendo un alimento ricco di fibre, favorisce la peristalsi e, quindi, l’eliminazione delle feci, per cui si rivela particolarmente utile in caso di stipsi. La melagrana protegge anche il cuore e l’intero apparato cardiocircolatorio, in quanto è in grado di ridurre il rischio di aterosclerosi. Il ricco contenuto vitaminico sostiene il sistema immunitario (soprattutto la vitamina C), proteggendoci dall’attacco di virus e batteri.

Gli usi in cucina

Questo frutto autunnale è ottimo mangiato tale e quale, ma spesso in commercio si trova sotto forma di succo di melagrana o marmellata. Il succo è ottenuto dalla spremitura dei chicchi interni, per cui conserva a pieno tutti i principi attivi del frutto di melograno e le proprietà benefiche. È molto facile da preparare a casa, dato che per ottenerlo si può utilizzare un semplice spremiagrumi. Tuttavia, se si preferisce il frutto tale e quale, si consiglia di aprirlo e consumare direttamente i semini al suo interno.

In virtù del suo sapore delicato e leggermente acidulo, le ricette con melagrana possono essere sia dolci che salate: in quest’ultimo caso i chicchi della melagrana si abbinano molto bene ad insalate miste o di cereali, in particolare farro e cous cous, aggiungendo anche frutta secca, uvetta e qualche seme di bacche di goji.

Una tipica ricetta martinese abbina gli arilli della melagrana a grano, noci e vincotto per ottenere uno squisito dolce della tradizione natalizia.

Tiziana LosavioDott.ssa Tiziana Losavio, Nutrizionista

 

 

 

ph. *Patricia Barcala Dominguez