broccoli
mavugliola masseria

Tra gli ortaggi che nella stagione fredda fanno capolino dalla terra rossastra della Valle d’Itria abbondano i broccoli. Ricchi di sali minerali, quali calcio, ferro, fosforo, potassio, e vitamina C, B1 e B2  il loro consumo è consigliato per  l’alto potere antiossidante in essi contenuto che aiuta a rafforzare le difese immunitarie. Sono anche molto indicati nelle diete dimagranti per il loro elevato potere saziante ed il basso apporto calorico.

Come tutti i vegetali, combattono la ritenzione idrica, riducono il rischio di cataratta e proteggono dall’ictus. Molto efficaci nelle situazioni di affaticamento, di carenze vitaminiche, contengono sostanze utili a tenere a bada l’eccessivo  nervosismo e l’irritabilità e  già basterebbe questo per assegnargli la medaglia d’oro !!  L’elenco delle virtù continua con una lunga serie di proprietà benefiche: contiene sostanze utili nella cura della tiroide, una sostanza che previene la crescita di cellule cancerogene, sopratutto quelle che sono causa dei tumori intestinali, polmonari e del seno, viene suggerito per combattere l’Helicobacter pylori, un batterio molto resistente che colonizza la mucosa gastrica generando fastidiose gastriti ed ulcere e sono anche  un buon rimedio contro l’asma e problemi respiratori in genere.

Le infiorescenze dei broccoli devono essere verdi e compatte, vanno conservati in frigorifero e si mantengono per 4 o 5 giorni nello scomparto della frutta e verdura. È anche semplice pulirli: basta eliminare le foglie, tagliare le cime e lavarli con acqua fredda.

Si combinano perfettamente con i carboidrati rallentando la comparsa del picco glicemico successivo alla digestione: ciò ha l’effetto di ridurre il carico glicemico complessivo e di diminuire la stimolazione insulinica, con ovvi vantaggi per il profilo metabolico. Quindi consiglio di preparare un ottimo piatto di pasta e broccoli.

Ecco pertanto una ricetta veloce: Cavatelli e broccoli

Tagliare i broccoli, lessarli e prima di scolarli, nella stessa pentola aggiungete i cavatelli fino a farli cuocere al dente, saltate tutto in olio, aglio e peperoncino calabrese: buon appetito!

Tiziana LosavioDott.ssa Tiziana Losavio, Nutrizionista