Martina Franca, il vecchio carcere
Martina Franca, il vecchio carcere
mavugliola masseria

Un pò di giorni fa, grazie alla gentile collaborazione del signor Umberto, ho avuto l’opportunità’ di visitare la bellissima Società Artigiana ex sede del Palazzo dell’Università o meglio, dell’Universalità, a cui è annessa la Torre Civica o Torre dell’Orologio che ho potuto risalire dall’interno fino al terrazzo da cui si gode di una vista privilegiata del sagrato di San Martino e dei Portici di Piazza Maria Immacolata.

Sono rimasto incantato come un bambino nell’ammirare l’orologio della Torre dalla parte posteriore: bellissimo! La biblioteca della Società Artigiana, poi è una chicca, molto elegante e a disposizione dei cittadini; io stesso non lo sapevo come probabilmente la maggior parte dei martinesi. Dal sagrato di San Martino, alzando lo sguardo al di sopra dei balconi della Società Artigiana, si notano due finestre bianche: all’interno c’è quello che rimane del vecchio carcere di Martina.

Il pavimento è fatto di chianche e, su alcune di esse ci sono delle incisioni fatte dagli stessi carcerati. C’e anche’ una botola da cui veniva calato il cibo. Purtroppo, questo patrimonio che racconta una pezzo di storia della nostra città, adesso di proprietà del Comune, è in stato di abbandono. Sarebbe auspicabile che il Consiglio Comunale appena insediato, o Istituzioni private come Lions Club o Rotary Club di Martina non lasciassero che il tempo e l’indifferenza rovinino i nostri ricordi e avviassero iniziative concrete per valorizzare la nostra città dal punto di vista culturale: un’idea sarebbe proprio quella di restaurare il vecchio carcere di Martina.

Contributo e foto di Donato Buonfrate