Natura

Il clima mite primaverile, l’altitudine, le correnti d’aria marine provenienti sia dallo Jonio che dall’Adriatico  favoriscono la crescita spontenea della tipica macchia mediterranea, caratterizzata dalle foglie coriacee resistenti alle intemperie.

Nel territorio abbondano gli alberi tipici  della foresta mediterranea sempreverde:  la quercia, la roverella, il leccio, l’acero, il frassino e la vegetazione più bassa e cespugliosa che si estende fino alle coste:   l’asparago, il lentisco, il pungitopo,  il viburno, il cisto e la ginestra. Crescono spontaneamente erbe aromatiche come il rosmarino, il timo, il mirto e alcune erbe selvatiche ampiamente utilizzate in cucina: cicorielle, sivoni e rucola.

Ulivi e viti, piantati successivamente e probabilmente a partire dal VII secolo a.c., con la diffusione della colonizazione ellenica, trovarono in Valle d’Itria e dintorni il loro habitat perfetto.

 

La natura