mavugliola masseria

La magica terra della Valle d’Itria è  patria di un albero altrettanto magico: l’ulivo. Questa pianta da millenni è stata associata all’idea del divino, della pace e dell’immortalità e non è un caso che alcuni rametti di ulivo siano  stati ritrovati nelle tombe egizie di 4000  anni fà. 

L’ulivo ha infatti una particolarità unica che non tutti conoscononel caso in cui  il fusto centrale muoia, la pianta ha la  capacità di riprodursi  dal colletto, alla base del tronco. Anche la sua longevità ha dell’incredibile e si ipotizza che alcune piante ancora oggi presenti della Puglia e della Palestina abbiano un’età di duemila anni. Madre di tutte le specie di  ulivo è l’oleastro, i cui ritrovamenti di foglie fossili sono databili a circa un milione di anni fa. 

L’ulivo che necessita di acqua, di tanto sole e di terreni pietrosi molto profondi ha trovato il suo habitat ideale lungo le sponde del Mediterraneo caratterizzate da calde estati asciutte ed inverni piovosi. In Valle d’Itria, nel salento e lungo il Parco delle Dune Costiere crescono gli alberi della varità ogliarola salentina, ulivi secolari tra i più straordinari, maestosi, nodosi e corrosi in forme bizzarre dal vento.

Ulivi secolari